• 0
    Il tuo carrello è vuoto

Le Castagne cosa le lega alla tiroide e gravidanza

Le Castagne cosa le lega alla tiroide e gravidanza

23/07/2018

Le castagne sono un frutto, ma la parte edibile è il seme, quest’ultimo ha discrete proprietà nutritive e l’albero che le produce è la Castanea sativa, una pianta appartenente alla famiglia delle Fagacee. Le castagne possono essere consumate in svariati modi: bollite, cotte al forno, arrostite sul fuoco, e secche.
La pianta ha una vita alquanto lunga e può facilmente raggiungere i 30-35 metri di altezza. Qualche decennio fa le castagne rappresentavano la base dell’alimentazione quotidiana delle popolazioni di montagna, ma poi con l’arrivo del benessere il loro utilizzo è stato ridotto di molto a favore di prodotti più raffinati.

 

INFORMAZIONI SU PROPRIETA’ E BENEFICI

Le castagne sono molto digeribili se sono ben cotte. Pur essendo simili a cereali come orzo o frumento a livello nutrizionale, le castagne non contengono glutine. Vengono consigliate in caso di anemia e sono una fonte di acido folico, la cui assunzione viene raccomandata in particolar modo alle donne in gravidanza. Contengono fosforo, che le rende un alimento utile per il sistema nervoso. Sono utili in convalescenza, ad esempio per anziani e bambini dopo un'influenza.

Le castagne contengono molto zinco, un minerale molto importante per la salute dellaprostata. Il giusto apporto di questo minerale previene il rigonfiamento di questa ghiandola.

Oltre alle fibre alimentari anche i grassi monoinsaturi come l’acido oleico e l’acido palmitoleico influiscono sul ridurre il colesterolo cattivo LDL ed aumentare i livelli di quello buono HDL. Una dieta ricca di fibre, di antiossidanti e di acidi grassi può a prevenire malattie legate al cuore come l’infarto e l’ictus.

Lafibra alimentare ha un ruolo importante nella prevenzione e nella gestione del diabete. Gli alimenti con elevato contenuto di fibre alimentari hanno un indice glicemico basso. Questo significa che il consumo di castagne causa un lento rilascio di zuccheri nel sangue.
Questo aiuta ad evitare picchi glicemici che possono essere pericolosi per i malati di diabete. I picchi glicemici sono anche un segnale precursore nelle persone che ancora non hanno il diabete.

All’interno ritroviamo anche vitamine del gruppo B che migliorano la funzione celebrale. Queste vitamine infatti sono legate allo sviluppo delle funzioni neurologiche. Il potassio invece, che ha proprietà vasodilatatrici, causa un maggior afflusso di sangue al cervello. I benefici sono per la concentrazione e per la memoria.

La tiroide, la più grande ghiandola endocrina del nostro corpo, controlla diverse funzioni corporee tra cui la produzione di ormoni, è quindi fondamentale per la salute. L’acido ellagico contenuto nella castagna aiuta a sostenere tutte le funzioni e i processi tiroidei.

 

SPECIFICHE TECNICHE

Aminoacidi presenti nelle castagne sono: acido aspartico e glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, isoleucina, fenilalanina, istidina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Calorie
100 grammi di castagne fresche l’apporto calorico è pari a 200 kcal. Se consideriamo invece quelle bollite le calorie scendono a 130, le caldarroste 190 e quelle secche 290.


 

RICETTA

  • Zuppa di Castagne e Fagioli
    Lasciare in ammollo (per una notte intera) i fagioli borlotti e le castagne secche in acqua salata, aromatizzata con qualche foglia di alloro. Utilizzare due recipienti diversi.

    -In una casseruola con dell'olio far soffriggere la cipolla tagliata a fettine sottili, unire il guanciale tagliato a dadini e lasciare insaporire. Dopo qualche minuto aggiungete i fagioli e le castagne ben ammorbiditi e scolati.
    -Aggiungete i funghi prima lavati e tagliati a cubetti medi.
    -Sbucciate e tagliate le patate a pezzettoni, unirle nella pentola insieme alle castagne e ai fagioli, coprire con dell'acqua fino a ricoprire totalmente gli ingredienti, aggiungere gli aromi, il sale e lasciar bollire per un'ora e mezzo.
    -Quando le patate tenderanno a sfaldarsi e le castagne ed i fagioli saranno morbidi la minestra è pronta.
    -Servire preferibilmente in ciotole di terracotta, che mantengono di più il calore, con un filo d'olio e una manciata di pepe e dei crostini di pane.

 

 

 

 

 

 

Argomenti